You are here

Indietro

Eventi sismici Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo: nuove indicazioni per il versamento dei contributi sospesi.

05/06/2018
GESTIONE ANAGRAFICHE
PAGHE
Condividi questa notizia via mail
Verrà inviato un link alla pagina che stai visualizzando al destinatario da te indicato. È possibile inserire un solo destinatario alla volta.
Mittente: Wolters Kluwer
Oggetto: Wolters Kluwer ha condiviso con te questo articolo dal portale di assistenza Wolters Kluwer TAA
Destinatario:
Con il Decreto Legge 29 maggio 2018, n. 55, “Ulteriori misure urgenti a favore delle popolazioni dei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria, interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016” pubblicato sulla G.U. del 29 maggio 2018, n. 123, viene disposta la proroga al 16 gennaio 2019 e al 31 gennaio 2019 dei termini precedentemente fissati al 31 maggio 2018, per la ripresa della riscossione di tributi e contributi previdenziali, e dei premi di assicurazione sospesi, da parte delle popolazioni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria colpite dagli eventi sismici verificatisi nel 2016 e nel 2017.
ATTENZIONE: A seguito delle novità sopra evidenziate:
  • gli interventi previsti in B.Point, comunicati nelle note di rilascio della release 18.30.00 e 18.40.10 non devono essere effettuati e nel caso siano stati già eseguiti occorre provvedere alla cancellazione tramite l’apposita funzionalità. Per la ripresa dei versamenti verranno fornite successive indicazioni subordinate alla pubblicazione dell’apposito Messaggio INPS;
  • gli interventi previsti in Giotto per la release di giugno (18.6.1) comunicati nelle note di rilascio della 18.5.1b, vengono sospesi in attesa che l'Inps pubblichi il Messaggio con le istruzioni operative per la ripresa  dei versamenti mediante rateizzazione a decorrere dalla data del 31 gennaio 2019.