You are here

Indietro

Contributi a fondo perduto tra i decreti Ristori e Ristori bis: esempi di calcolo

20/11/2020
ORDINARIA
PROFESSIONISTI
SEMPLIFICATA
CONTABILITA'
Condividi questa notizia via mail
Verrà inviato un link alla pagina che stai visualizzando al destinatario da te indicato. È possibile inserire un solo destinatario alla volta.
Mittente: Wolters Kluwer
Oggetto: Wolters Kluwer ha condiviso con te questo articolo dal portale di assistenza Wolters Kluwer TAA
Destinatario:

Le attività economiche colpite dalla crisi emergenziale causata dal Coronavirus e dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio possono fruire dei contributi a fondo perduto previsti dai decreti Ristori e Ristori bis. Si tratta di una riedizione degli indennizzi erogati con il decreto Rilancio, con alcune importanti novità in relazione ai soggetti beneficiari e alle modalità di calcolo. Ed è proprio sotto quest’ultimo profilo che emergono le differenze più sostanziali: i nuovi decreti hanno complicato le regole per stabilire l’effettivo ammontare del contributo che spetta alle imprese. Come calcolarlo?

Per maggiori approfondimenti si rimanda all'articolo:
Contributi a fondo perduto tra i decreti Ristori e Ristori bis: esempi di calcolo