You are here

Indietro

Gli “arcani maggiori” degli ISA: il ruolo decisivo degli indicatori elementari

08/08/2019
STUDI DI SETTORE
DICHIARAZIONI
Dichiarazione dei Redditi
Modelli ISA
Condividi questa notizia via mail
Verrà inviato un link alla pagina che stai visualizzando al destinatario da te indicato. È possibile inserire un solo destinatario alla volta.
Mittente: Wolters Kluwer
Oggetto: Wolters Kluwer ha condiviso con te questo articolo dal portale di assistenza Wolters Kluwer TAA
Destinatario:

La determinazione della nuova pagella fiscale passa per la combinazione delle risultanze degli indicatori elementari, la cui sommatoria e media aritmetica generano il voto finale e la conseguente collocazione dei contribuenti tra i “buoni” o i “cattivi”. Ma le relative modalità di calcolo, però, fanno emergere più di qualche perplessità, soprattutto in ordine al rigore eccessivo che caratterizza la valutazione di determinati comportamenti. Infatti, mentre gli indicatori elementari di affidabilità potenzialmente contribuiscono ad alimentare positivamente l’esito finale, perché in grado di svettare verso l’eccellenza, gli indicatori elementari di anomalia, seppure partecipino al calcolo finale soltanto quando l’anomalia è presente, sortiscono l’effetto di deprimere l’esito finale. 

Agli utenti registrati, per maggiori approfondimenti, si rimanda all'articolo:

Gli “arcani maggiori” degli ISA: il ruolo decisivo degli indicatori elementari​