You are here

Indietro

ISA: la circolare delle Entrate non ferma i ricorsi al Garante del contribuente

07/08/2019
STUDI DI SETTORE
DICHIARAZIONI
Dichiarazione dei Redditi
Modelli ISA
Condividi questa notizia via mail
Verrà inviato un link alla pagina che stai visualizzando al destinatario da te indicato. È possibile inserire un solo destinatario alla volta.
Mittente: Wolters Kluwer
Oggetto: Wolters Kluwer ha condiviso con te questo articolo dal portale di assistenza Wolters Kluwer TAA
Destinatario:

Le persistenti criticità in merito all’applicazione degli ISA stanno alimentando denunce all’ufficio del Garante del contribuente di varie Regioni: quindi, non sono più solo il CNDCEC o le associazioni sindacali di categoria, ma, in ordine sparso, anche i singoli contribuenti e le rappresentanze territoriali delle professioni-giuridico contabili a segnalare le difficoltà operative. Il Garante, è vero, è un istituto cui spetterebbe un compito molto alto. Il suo ruolo servirebbe per ridurre la marcata asimmetria che tuttora persiste tra Stato e contribuente: ed è proprio per questo che, anche in questa estate calda degli ISA, sono ancora in molti ad auspicare un autorevole intervento per sensibilizzare il Governo e le Entrate sulla gravità della situazione. Anche dopo l’emanazione della circolare delle Entrate n. 17/E del 2 agosto scorso, che peraltro formalizza niente più che quanto già sufficientemente noto, non accennano a placarsi le proteste dei commercialisti per le difficoltà nell’elaborazione degli ISA

Agli utenti registrati, per maggiori approfondimenti, si rimanda all'articolo:

ISA: la circolare delle Entrate non ferma i ricorsi al Garante del contribuente